Archivio mensile:novembre 2012

Sospeso tra realtà e caroselli fiabeschi, il film di Soldini racconta un’Italia liricamente “perduta”

Sabato 24 ore 21
Domenica 25 ore 21
Lunedì 26 ore 21

IL COMANDANTE E LA CICOGNA

di Silvio Soldini

con Alba Rohrwacher, Valerio Mastandrea, Giuseppe Battiston, Claudia Gerini, Luca Zingaretti

Leo è un idraulico che ogni giorno affronta l’impresa di crescere due figli adolescenti, Elia e Maddalena, dividendosi tra il lavoro con l’aiutante cinese Fiorenzo e le incombenze di casa ‐ dove la moglie Teresa, stravagante e affettuosa, compare e scompare. Diana è un’artista sognatrice e squattrinata che ‐ in attesa della grande occasione della sua vita ‐ fatica a pagare l’affitto. Suo proprietario di casa è Amanzio, originale moralizzatore urbano che ha lasciato il lavoro per un nuovo stile di vita e che in una delle sue crociate conosce Elia, con il quale stringe una stramba amicizia. Leo e Diana s’incontrano da Malaffano, un avvocato strafottente e truffaldino.

Annunci

Terapia di coppia… al cinema!

Sabato 17 ore 21
Domenica 18 ore 21
Lunedì 19 ore 21

IL MATRIMONIO CHE VORREI

di David Frankel
con Meryl Streep, Tommy Lee Jones, Steve Carell 

Kay (Meryl Streep) e Arnold (Tommy Lee Jones) sono una coppia solida, ma decine d’anni di matrimonio hanno lasciato in Kay il desiderio di ravvivare un po’ le cose e di ritrovare intimità con il marito. Quando viene a sapere dell’esistenza di un rinomato terapauta di coppia (Steve Carell) nella cittadina di Great Hope Springs, Kay cerca di persuadere il suo scettico marito, un uomo schivo e abitudinario, a salire su un aereo per andare a trascorrere una settimana intensiva di terapia di coppia. Già solo convincere il testardo Arnold a sperimentare questo singolare “ritiro”è un’impresa, ma la vera sfida per entrambi arriverà quando cercheranno di liberarsi delle loro inibizioni a letto e di riaccendere la scintilla che li aveva fatti innamorare al loro primo incontro.

venerdì? …a teatro!

venerdì 16 novembre 2012
ore 21

la compagnia teatrale

Teatro delle MoRe

presenta

LA PAURA DEL BRUCO

La Compagnia del Teatro delle MoRe, composta da attori provenienti da Modena e Reggio Emilia, nasce ufficialmente nel 2008 con la ripresa dello spettacolo “Né caldo né freddo” tratto da una commedia di Achille Campanile con la regia di Linda Corsini.
Lo spettacolo, già in scena dal 2006, ha partecipato negli anni a diverse rassegne di teatro amatoriale nelle provincie emiliane. Il gruppo unisce attori che hanno sperimentato, nel corso della loro formazione, diverse realtà teatrali, dall’improvvisazione al teatro classico fino a quello dialettale; tali caratteristiche permettono alla Compagnia di integrare nel teatro di prosa tutte le esperienze e i diversi stili teatrali che conferiscono un valore aggiunto alla messa in scena. Nel 2009, visti i successi della precedente commedia, il gruppo decide di fare il grande passo e affidare le future regie a figure professioniste, come Alberto di Matteo, attore e regista professionista di Firenze con il quale mette in scena con “La Strana Coppia”. Il progetto, dalla scenografia alle tempistiche della messa in scena, si avvicina ai ritmi del teatro semi-professionale, ed è per questo che la Compagnia mira a farsi conoscere sempre di più nei teatri delle nostre provincie e non solo, sperando di guadagnarsi uno spazio e una reputazione nelle prossime stagioni di teatro amatoriale; è quindi alla ricerca di teatri ed istituzioni disposti a mettersi in gioco e a dare l’opportunità alle giovani compagnie di emergere nel mondo della prosa in lingua italiana. La commedia, ormai nota al grande pubblico, si colloca nella stagione teatrale come spettacolo brillante, leggero e di accesso sicuro anche per lo spettatore meno avvezzo al teatro contemporaneo.
La regia dello spettacolo “La paura del bruco” è di Claudio Borgianni, giovane autore, attore e regista senese. Il testo è una riscrittura del testo Kvetch di Berkoff, spettacolo sulle paure di tutti i giorni viste attraverso i pensieri dei protagonisti che parlano con il pubblico in modo diretto e senza censure. Una commedia diversa, forte e coraggiosa.


visita il sito della compagnia teatrale: teatrodellemore.weebly.com

visita la pagina Facebook del Teatro delle MoRe


Ingresso unico 8 €

Per prenotazioni: 347 7369908 (dopo le ore 18) o scrivi a programmazione@cinemateatroariston.it

Al quarto giro di giostra, le avventure del bradipo e del mammut non smettono di divertire!

Sabato 10 novembre ore 21
Domenica 11 novembre ore 16

L’ERA GLACIALE 4 – Continenti alla deriva

di Steve Martino, Mike Thurmeier

Stavolta Scrat la fa veramente troppo grossa. Inseguendo la sua mitica ghianda provoca nientemeno che la frattura della crosta terrestre, un cataclisma che sconvolge le terre, gli oceani, i ghiacci, separando famiglie e animali, costretti a vagare su improbabili isolotti, sospinti da terribili tempeste, minacciati dalla furia degli elementi. Abbandonato dalla sua famiglia naturale, che assieme a lui si libera anche della nonnetta squinternata, il bradipo Sid nel tumulto tettonico del pianeta, si riunisce ai suoi fedeli amici: la tigre dai denti a sciabola Diego e il mammuth Manny, che è stato separato dalla sua famiglia. Sballottati su una lastra di ghiaccio dalla violenza degli elementi, i tre dovranno affrontare rocambolesche avventure senza mai perdere la speranza di riuscire a ricongiungersi con i propri cari. Fino al ferale incontro con una nave di ghiaccio comandata da Capitan Sbudella, un pirata scimmione che li prenderà in ostaggio, e farà di tutto per impedire il loro ritorno a casa.

Una commedia umana e intima sulla possibilità dei legami nella possibilità del deserto del reale

Sabato 3 novembre ore 21
Domenica 4 novembre ore 21
Lunedì 5 novembre ore 21

TUTTI I SANTI GIORNI

di Paolo Virzì
con Thony, Luca Marinelli, Micol Azzurro, Claudio Pallitto, Giovanni La Pàrola, Benedetta Barzini, Stefania Felicioli, Frank Crudele

Guido è timido, riservato, coltissimo. Antonia irrequieta, permalosa e orgogliosamente ignorante. Lui portiere di notte appassionato di lingue antiche e di santi, lei aspirante cantante e impiegata in un autonoleggio. Si vedono solo la mattina presto quando Guido torna dal lavoro e la sveglia con la colazione, e tutti i santi giorni si amano. Sono i protagonisti di una divertente e romantica storia d’amore vissuta in una metropoli complicata come Roma, con dei vicini di casa rozzi, allegri e disperati e alle spalle due famiglie d’origine che non potrebbero essere più distanti. Un amore che sembra indistruttibile, finché il pensiero ostinato, ossessivo, di un figlio che non arriva non mette in moto conseguenze imprevedibili.