Archivio mensile:gennaio 2017

Collateral beauty

Sabato 28 gennaio ore 21:00
Domenica 29 gennaio ore 21:00
Lunedì 30 gennaio ore 21:00

COLLATERAL BEAUTY

di David Frankel
con Will Smith, Edward Norton, Kate Winslet, Michael Peña, Helen Mirren

collateral-beautyHoward è il manager di maggior successo di una grande azienda. Colpito dalla tragedia della morte della figlia di sei anni, non riesce a tornare a vivere. I suoi tre migliori amici e colleghi di lunga data vengono a sapere che ha scritto delle lettere, al Tempo, all’Amore e alla Morte, e assoldano tre teatranti perché impersonino queste entità astratte e dialoghino con Howard, scuotendolo e riportandolo alla consapevolezza che la sua vita non è finita.

Annunci

Racconto di formazione ondoso che sposta più avanti la frontiera del femminile

Sabato 21 gennaio ore 21:00
Domenica 22 gennaio ore 15:00 e ore 17:30

OCEANIA

Un’entusiasmante avventura d’animazione incentrata su una vivace adolescente di nome Vaiana, che s’imbarca in una coraggiosa missione per salvare il suo popolo. Durante il suo viaggio, s’imbatterà nel semidio in disgrazia Maui che la guiderà nella sua ricerca per diventare una grande esploratrice. Insieme, i due attraverseranno l’oceano in un viaggio pieno d’azione, che li porterà ad affrontare enormi creature feroci e ostacoli impossibili e, lungo il percorso, Vaiana porterà a compimento l’antica ricerca dei suoi antenati e troverà l’unica cosa che ha sempre desiderato: la propria identità.

Una donna che ha vissuto una vita fuori norma inseguendo la sua inclinazione fatale, disastrosa e istrionica per l’arte lirica

Sabato 14 gennaio ore 21:00
Domenica 15 gennaio ore 21:00
Lunedì 16 gennaio ore 21:00

FLORENCE

di Stephen Frears
con Meryl Streep, Hugh Grant, Rebecca Ferguson

florenceNew York, 1944. Florence Foster Jenkins è una melomane facoltosa che si crede dotata per il canto. Fiaccata da una malattia che cova dietro le perle e nella penombra della sua stanza, Florence decide di perfezionare il suo ‘talento’ con un maestro compiacente. Perché marito ed entourage hanno deciso di tacitare la sua mediocrità. Cantare per Florence non è un capriccio ma una terapia che le permette di vivere pienamente, ricacciando i fantasmi. Ma quello che doveva essere un trastullo colto per apprendere il repertorio classico, diventa il desiderio incontenibile di trovare un palcoscenico. Maestro e consorte si prestano al gioco e l’accompagnano, uno al piano, l’altro in attesa dietro le quinte, sulle tavole celebri della Carnegie Hall. Nella speranza che il concerto non volga in fiasco.